About

Gianmarco Fabbretti nasce il 31 luglio del 1991 a Orvieto provincia di Terni, Italia.

Fin dal piccolo ha una curiosa ed insolita attrazione per gli strumenti musicali. La sua infanzia non è segnata dalla musica, anche perché questa sua passione si rivelerà a lui pian piano a fine liceo. Piuttosto è un periodo dove ascolta molto i brani pop e disco dell’era d’oro degli anni 80 grazie a suo padre, un amante di quel periodo. Saranno proprio questi continui ascolti che faranno del suo stile retro un suo marchio di fabbrica. Non è inizialmente un appassionato di musica: ascolta le canzoni normalmente, soprattutto il pop commerciale. È tuttavia sempre attratto misteriosamente dagli strumenti e li scruta con ammirazione. La prima svolta avviene nel 2003 quando a scuola venne piroettato il film cult School Of Rock: è da qui che nasce in lui la forte volontà di mettere su una band e di iniziare a fare musica. Tuttavia questo suo sogno rimane nel cassetto e seppellisce l’idea. Un successivo momento importante avviene all’età di 17 anni con la scoperta della musica Trance, House e tutto il macrocosmo della musica Club, che lo porta anche ad avvicinarsi al mondo del djing. Se ne innamora perdutamente tanto da decidere di iniziare questo percorso. Vede in tutto ciò un modo per soddisfare quel suo vecchio sogno nel cassetto. La svolta tuttavia decisiva avviene qualche mese dopo quando scopre per la prima volta il mondo delle Digital Audio Workstation e la produzione musicale: l’idea di creare musica lo rapisce completamente. Da qui inizia un lungo percorso non solo di ricerca, ma anche di studio ed esperimenti. Il suo genere principale in questo periodo è la musica Trance che però passa lentamente in secondo piano con la scoperta della Melodic Progressive House. Gli artisti che più hanno influenzato Gianmarco in quel periodo sono Armin Van Buuren, Dj Tiesto, Swedish House Mafia, Daft Punk e i Depeche Mode. Ma deadmau5 rimane probabilmente il più importante grazie ai suoi brani storici come “Faxing Berlin”, “Brazil 2nd Edit”, “Strobe” e “I Remember”. Nel 2012 inizia un percorso musicale con un suo amico che durerà all’incirca un anno, nel quale ha il modo di esplorare nuove sonorità. Dal 2013 al 2015 si dedica molto sul fronte funky ed house ma rimane sempre un periodo di sperimentazione. Nel 2015 inizia ufficialmente la sua carriera artistica con il suo primo brano pubblicato con una label digitale indipendente “Main Room Scene” chiamato “Superior”. Tuttavia il primo progetto di sostanza è il suo primo EP “Green And Orange” pubblicato con la Fuzzy 80s, label che poi lo porterà a diversi supporti. Nel 2016 è protagonista di diversi remix ufficiali e nuovi progetti sotto label come Intricate Records, Perplexity Music, Alter Ego Records, Tiefhaus Recordings, Round Triangle Label. Nel 2017 rilascia il suo EP “Eleven/The Cold Town”, che viene poi supportato dagli Above & Beyond nel loro show ABGT n.214-215-216. Le sue successive produzioni vengono inoltre sostenute anche da altri artisti internazionali come Matt Fax, Shane 54, Stan Arwell, Colonial One, Jaytech, Denis La Funk e da canali promoter come The Grand Sound. Nello stesso anno produce e pubblica con Intricate Records “Old Stones“, il suo primo LP dove sono presenti anche altri artisti nazionali e non. Old Stones in qualche modo trascina Gianmarco sempre più verso le sonorità retro e syntwave. Ed è infatti a fine anno che produce uno dei suoi più rinomati lavori “mr.daddy”, che verrà poi incluso all’interno del catalogo New Retro Wave, la più famosa community di synthwave al mondo. È per lui l’inizio di un duplice percorso artistico: quello synthwave e quello progressive trance, che a volte si incrociano fra di loro. Nel 2018, dopo lunghi anni da autodidatta, intraprende gli studi di produzione e ingegneria del suono presso la Jam Academy di Lucca. Gianmarco ha avuto sempre un occhio di riguardo anche dal punta di vista del mixing e del mastering e grazie al percorso accademico ha modo di approfondire queste tematiche a lui importanti. Inoltre è in questo periodo che decide di esprimere la sua versatilità anche grazie a lavori come compositore per progetti multimediali come spot, pubblicità, video, promo ed eventi. Inizia ad essere sound egineer per diversi lavori di colleghi producer ed artisti sia locali che internazionali nella scena elettronica. In collaborazione con Cezary Graf pubblica alcuni lavori synthwave e darkwave, molti dei quali supportati da canali internazionali quali New Retro Wave, The80sGuy, Luigi Donatello, ThePrimeThanatos e Neon Nights. Nel 2019 nuovi inediti e remix fanno da scena nel suo repertorio, grazie anche al singolo Hymn Of Love sempre con la Intricate Records (brano supportato dai Cosmic Gate) e dalla collaborazione con il suo amico sassofonista Paride Cannone con il singolo “SaxJack”. A fine anno partecipa assieme al suo amico Luca Pedichini (aka mr.malox) alla composizione di un album Chillout Ambient per un evento fotografico locale di Pietro VermicelliOur Shared Home”. Nel 2020 la pandemia crea diversi disagi anche in ambito musicale: è infatti un periodo un po’ più fermo per Gianmarco, anche se non smette mai di produrre nuove demo e dare vita a diverse idee e progetti. A ridosso del 2021 nasce Electronic Vibes, una serie di mix mensili curati da Gianmarco con le ultime uscite nello scenario Progressive e Melodic Techno. Rilascia nuovi lavori inediti come Hello in collaborazione con George Santana, Togehter, un brano uplifting trance, In My Soul, dalle sonorità più Techno, e rispolvera un suo vecchissimo progetto melodic house “Orange”, pubblicando un EP per celebrare i 10 anni da questo suo progetto mai ufficializzato, contenente anche un remix di Marko Ruberto. Nel 2022 è il mixing e mastering engineer di alcuni lavori come l’album strumentale di Rubo e FatFat CorfunkPeriferia Lontana”, con un freestyle inedito in collaborazione con Ensi. Produce il suo secondo album LP questa volta per una music library Plan8, chiamato Fashion House, che appare anche nel catalogo Universal Music Production. Continua la sua attività di producer ma soprattutto di sound engineer a cui si annoverano diversi credits per diversi progetti musicali di artisti nazionali ed internazionali.

Gianmarco ad oggi continua il suo lavoro con grande passione, cercando sempre di trasmettere la sua devozione per la musica e la sua esperienza.

ph: Serena Grimaldi